Maggioli Editore
LOGIN ricorda Password dimenticata
  • Rss Feed
Cerca nel sito

DIRETTORE
ELENA FIORE

COMITATO DI REDAZIONE
Sergio Bedessi, Alberto Gardina, Maurizio Marchi

COORDINAMENTO REDAZIONALE
Raffaella Bianchi

Inserito: 09/08/2018 Letto: 67 volta/e

Condividi su Linkedin

09/08/2018
Milano - Body-cam per i vigili urbani: scatta la corsa all’oro

L'unica cosa alla quale i Comuni sembra non possano rinunciare è la tecnologia per la sicurezza. Dopo il fiorire di telecamere e cervelloni nei centri abitati, l’ultima frontiera dell’elettronica applicata ai controlli è la body-cam, la videocamera portatile appuntata sulle uniformi dei vigili urbani. Sono infatti ben 230 le richieste di sostegno economico per acquistare i nuovi dispositivi arrivate alla Regione, che è pronta a sostenere l’intera spesa fino ad arrivare a un totale di 300mila euro di investimento. E all’assessorato alla Sicurezza sono piovute le domande di 159 Comuni, 57 associazioni di amministrazioni locali e 14 Unioni di Comuni e Comunità montane. Tutti in gara per ricevere contributi da 8mila a 15mila euro ciascuno, a seconda del numero di ghisa messi in servizio.

Le piccole attrezzature sono appese sul taschino destro della camicia o della giacca durante le attività di controllo sulla strada, sia a bordo delle vetture di servizio, sia durante i pattugliamenti a piedi. Servono a documentare le situazioni nelle quali gli agenti si trovano, dalle banali verifiche di documenti e violazioni amministrative alle più temute aggressioni. Ma la speranza, neppure troppo riposta, è che possano fungere «da deterrente contro balordi e violenti, tutelando l’incolumità degli operatori», dice l’assessore Riccardo De Corato. La sperimentazione, dunque, si allarga e in futuro potrebbe approdare anche sulle vetture dei convogli di Trenord, dove diversi sono stati i casi di ferrovieri aggrediti e malmenati. Ma anche la tecnologia in uso ai ghisa lombardi è destinata a una continua evoluzione. L’utilizzo intensivo di telecamere sta consentendo infatti anche a Comuni di medie entità di aumentare l’efficacia dei controlli (e degli incassi delle multe), ma i vigili da regolatori del traffico si stanno sempre più trasformando in apparati di sicurezza, sospinti in questo anche dal Pirellone.

Fonte: italia0express.blogspot.com

Indietro


Previous Next
Previous Next